Un cen­tro ri­de­fi­ni­to, Ba­ler­na

cattaneo birindelli architetti associati | Fabio Bianchi & Associati

L'intervento di cattaneo birindelli architetti associati e Fabio Bianchi & Associati restituisce il centro di Balerna alla mobilità lenta e ai pedoni.

L’intervento nasce dalla volontà di restituire alla mobilità lenta e all’uso pedonale il tratto urbano della strada cantonale Chiasso-Mendrisio che attraversa il centro di Balerna, che versava in una situazione insostenibile per la sicurezza dell’abitato e per la fruibilità degli spazi urbani durante le attività quotidiane e in concomitanza con gli eventi di carattere pubblico e religioso del Comune e della Chiesa.

Le trasformazioni apportate consistono nell’introduzione di una zona a velocità ridotta contrassegnata da due dossi di rallentamento, nell’interruzione di tutti gli innesti delle strade laterali con una serie di marciapiedi continui, e nella definizione di un limite fra percorsi veicolari e pedonali attraverso una fascia di bordure in pietra che garantisse la percezione di uno spazio pubblico unitario. Dal punto di vista architettonico-urbanistico le attività della chiesa possono quindi ora dispiegarsi in un sagrato adeguato alle necessità dei fedeli, di proporzioni coerenti rispetto alle facciate degli edifici circostanti e, per la sua delimitazione in asse con la superficie esterna del Municipio, funzionale all’orientamento dei pedoni.

Della riqualificazione del centro paese fanno anche parte, oltre alle vetrine dell’albo comunale, due aree dotate di sedute, una superficie libera per le attività del Comune e, come separazione dalla carreggiata stradale, una striscia verde a forma di goccia.

I risultati soddisfacenti conseguiti da questa prima operazione hanno portato alla sistemazione della salita Don Muther, collegamento tra la cappella di San Giuseppe a valle e la cappella con la grotta della Madonna di Lourdes a monte, con la realizzazione di una scalinata sviluppata in due tronconi per adattarsi agli accessi esistenti degli edifici e finalizzata a consentire ai pedoni (scolari e anziani soprattutto) di scendere e salire senza difficoltà anche nei mesi invernali. Anche in questo caso i materiali scelti, cubetti e bordure in gneis ticinese, riprendono le pavimentazioni adottate nelle aree centrali.

«Archi» 4/2021 può essere acquistato quiQui si può leggere l'editoriale con l'indice del numero.

Luogo Balerna

Committenza Comune di Balerna, Repubblica e Cantone Ticino

Architettura cattaneo birindelli architetti associati, Balerna

Collaboratrice A. Ligorio

Impresa Walo Bertschinger Ticino, Taverne

Ingegneria civile Fabio Bianchi & Associati, Balerna

Progetto impianti elettrici AGE, Chiasso

Illuminotecnica facciate Opticalight, Zurigo

Fotografia Simone Mengani, Mendrisio

Date progetto 2009-2013, realizzazione 2016-2017

Premio distinzione al Flaneur d’Or 2020

Verwandte Beiträge