L'e­re­di­tà del­l'Ac­ca­de­mia di Men­dri­sio in Ti­ci­no

I profili dei 12 studi

Publication
08-04-2019

celoria Architects, Balerna

Aldo Celoria dal 1990 al 1992 frequenta la Scuola Politecnica di Design, Milano, diplomandosi in design industriale. Collabora con lo studio di architettura di Clorindo Testa a Buenos Aires dal 1997 al 1998. Nel 2001 partecipa al concorso per il nuovo municipio di Nizza dello studio Vacchini di Locarno. Si diploma nel 2002 all’AAM con Kenneth Frampton.

Nello stesso anno a Balerna fonda lo studio di architettura celoria Architects. Dal 2006 al 2017 è stato associato con Federica Giovannini. Lo studio è composto da quattro collaboratori di cui uno diplomato all’AAM.

Progetti e realizzazioni

  • Casa Travella, Castel San Pietro, 2000-2004 (cfr. Archi 2/2005); Tecu Architecture Award 2005
  • Casa Trapanese, Castel San Pietro, 2004-2006
  • Scuola media (concorso), Balerna, 2004-2010; menzione Premio SIA 2012
  • Casa Cattaneo, Castel San Pietro, 2006-2008
  • Appartamento a Piazza Farnese, Roma, 2008-2017
  • Casa Casanova, Aldesago 2010-2012
  • Nuovo Oratorio Parrocchiale (concorso), Giubiasco, 2012-in corso
  • Nuova Piazza Maggiore (concorso), Stabio, 2015-in corso
  • Nuova Scuola dell’infanzia (concorso), Torricella-Taverne, 2015-in corso
  • Nuova Banca Raiffeisen Colline del Ceresio (concorso), Savosa, 2017-in corso

Concorsi

  • Riqualificazione piazza, Tenero, 2004, 1° premio
  • Riqualificazione area ex-coop, Pedrinate, 2008, 2° premio
  • Polizia cantonale, Bellinzona, 2009, 3° premio
  • Nuova scuola dell’infanzia, Torricella-Taverne, 2009, 5° premio
  • Nuova scuola dell’infanzia, Comano, 2010, 2° premio
  • Nuova sala polivalente, Morbio inferiore, 2010, 2° premio
  • Mandato di studio Parallelo per comparto area di svago, St. Antonino, 2013, 1° premio
  • Passerella sul Vedeggio, Agno, 2014, 2° premio, acquisto
  • Quartiere intergenerazionale, Coldrerio, 2016, 4° premio
  • Nuova Piazza stazione FFS, Chiasso, 2018, 3° premio

 

LANDS Architetture, Lugano

Emanuele Saurwein ha frequentato la Scuola Tecnica Superiore di Trevano, dal 1984 al 1990, diplomandosi con Franco Pessina; si iscrive all’AAM nel 1996, si diploma con Antonio Citterio e Aurelio Muttoni nel 2002.

Dal 2003 al 2004 lavora all’USI come ricercatore per il progetto La nuova Lugano. Dal 2009 al 2017 è stato docente alla SUPSI di Trevano, insegnando progetto coordinato e teoria del progetto; dal 2011 al 2017 è stato responsabile del modulo di storia e teoria dell’architettura.

Nel 2013 è stato visiting professor alla Zhejiang University di Hangzhou, Cina.

Nel 2004 apre il proprio laboratorio di architettura: lo studio LANDS Architetture di Lugano che attualmente occupa 8 collaboratori di cui 2 diplomati AAM.

Progetti e realizzazioni

  • Casa anziani (concorso), Cevio, 2005-2013
  • Nuova sede Radio R3iii, Melide, 2007
  • Riqualificazione del quartiere Soldini (concorso), Chiasso, 2007-in corso
  • Ampliamento e ristrutturazione Scuole medie (concorso), Gordola 2007-2012
  • Area di interscambio, Bellinzona, 2011-in corso
  • Quartiere abitativo ecosostenibile, Caslano, 2013-2018
  • Nuova casa d’abitazione, Lugaggia, 2015-2018
  • Nuova palazzina a reddito, Pregassona, 2015-2018
  • Risanamento energetico edificio abitativo e commerciale, Paradiso, 2015-in corso
  • Risanamento Stazione FFS (concorso), Locarno, 2016-in corso
  • Pianificazione comparto EFG (mandato in parallelo), Cadro, 2017-in corso

Concorsi

  • Campus USI, Lugano, 2004, 4° premio
  • Centro G+S, Tenero, 2006, acquisto
  • Centro di quartiere, Pedrinate 2007, 4° premio
  • Scuola Agraria, Mezzana, 2008, acquisto
  • Nuova casa anziani, Pregassona, 2009, 3° premio
  • Centro Gioventù e Sport, Bellinzona, 2010, 4° premio
  • Risanamento energetico e nuova stazione, Bellinzona, 2010, 1° premio
  • Nuova sede Croce Verde, Lugano, 2011, 2° premio
  • Casa parrocchiale, Lugano, 2012, 1° premio
  • Concorso OTAF e INGRADO, 2013, 4° premio
  • Concorso passerella fiume Maggia, Locarno, 2015, 2° premio

 

LOKOMOTIV.archs office, Bellinzona

Alberto J. Fresco nasce a San Miguel de Tucumán in Argentina, dove dal 1998, per un anno, studia architettura allʼUniversidad Nacional. Si iscrive all’AAM nel 1999 e si diploma nel 2005 con Elia Zenghelis. Collabora dal 2000 al 2001 con lo Studio Mariani-Perez-Maraviglia-Ocana Arquitectos a Mar del Plata, in Argentina. Socio fondatore, con Anita Bulloni, dello studio LOKOMOTIV.archs office dal 2005.

Juan M. Campopiano, nato a San Miguel de Tucumán in Argentina, dal 2002 al 2003 studia architettura allʼUniversidad Nacional. Nel 2003 si trasferisce a Mendrisio iscrivendosi all’AAM dove si diploma nel 2009 con Mario Botta. Durante gli studi, dal 2004 al 2005, collabora con lo studio José Campopiano Architetti di Tucumán. Dopo il diploma lavora per Mario Botta a Lugano fino al 2010. Socio dello studio LOKOMOTIV.archs office dal 2010.

Progetti e realizzazioni

  • Restauro chiesa parrocchiale SS. Bernardino e Girolamo (con Anita Bulloni), Monte Carasso, 2007-2009
  • Casa Funeraria Bellinzona, 2012-2016
  • Residenza Aliante, Giubiasco, 2013-2016
  • Ristrutturazione stalla in casa monofamiliare, Melera, 2014-2015
  • Casa Sulmoni, Carena, 2014-2018
  • Casa Milka, Giubiasco, 2015-2016
  • Residenza monofamiliare, Gordola, 2015-2016
  • Ristrutturazione casa monofamiliare, Breganzona, 2015-2016
  • Ristrutturazione rustico in casa monofamiliare, Giubiasco, 2016-2017
  • 7 boutique hotel, Ascona, 2016-2017
  • Casa plurifamiliare, Bellinzona, 2017-in corso
  • Casa monofamiliare, Arbedo, 2018-2019
  • Casa monofamiliare, Claro, 2018-2019
  • Casa monofamiliare, Cugnasco, 2019-in corso

Concorsi

  • Internazionale Arquine, Torres del Bicentenario (con Xavier Calderon a Anita Bulloni), Mexico DF,  2008, 2° premio
  • 50 Idee per l’abitare contemporaneo, Casa nel bosco (con Matteo Pozzi e Anita Bulloni), Como, 2009, 1° premio
  • Vertical zoo, Buenos Aires, 2011, menzione

 

Stocker Lee Architetti, Rancate

Melanie Stocker nel 1996 intraprende gli studi di architettura all’ETHZ, svolge lo stage nello studio di Peter Zumthor. Nel 2004 si laurea in architettura all’AAM con Valentin Bearth. Diventa assistente all’AAM di Ueli Brauen e Doris Wälchli, e fino al 2018 di Lorenzo Felder. Dal 2004 al 2006 lavora nello studio di Felder di Lugano. Dal 2011 al 2014 collabora con la ditta Wüest und Partner di Zurigo.

Dong Joon Lee, nato a Seoul (Corea del Sud), si diploma nel 1993 in una scuola di design di Seoul e nei tre anni successivi matura un’esperienza lavorativa in questo ambito. Dal 1995 collabora con numerosi architetti. Si diploma all’AAM nel 2002 con Antonio Citterio. Dal 2003 svolge attività didattica presso l’Accademia. Ottiene il Riconoscimento OTIA nel 2007 e nel 2012 vince il Korean Young Architect Award.

Nel 2005 fondano Stocker Lee Architetti; oltre ai titolari lo studio è attualmente formato da un team di due architetti e una stagista in Svizzera, mentre altri due architetti a Seoul si occupano dei progetti in Asia.

Progetti e realizzazioni

  • Casa bifamiliare, BauBau, Rancate, 2011
  • Cantina vitivinicola, Sottobosco, Genestrerio, 2013
  • Casa unifamiliare, Nina, Besazio, 2013
  • Casa plurifamiliare Eiger Mönch Jungfrau, Rancate, 2015-2017
  • Edificio residenziale e commerciale, Nonhyeoun 101-1, Seoul, Corea del Sud, 2016
  • Centro culturale, Endless (concorso), HwaSung, Corea del Sud, 2017-in corso
  • Edificio amministrativo, Atelier, Rancate, 2018-in corso
  • Casa plurifamiliare, Unità Abitativa, Rancate, 2018-in corso
  • Edificio residenziale e commerciale, Godung, Sungnam, Corea del Sud, 2018-in corso
  • Casa unifamiliare, Sungbuk, Seoul, Corea del Sud, 2018-in corso

Concorsi

  • Scuola media, Chiasso, 2012, 5° premio
  • Foxtown Restyling, Mendrisio, 2014, 2° premio
  • Centro Civico, Monteggio, 2014, 3° premio
  • Nuova sede per le AIM, Mendrisio, 2015, 7° premio

 

Krausbeck ArchitettoSalorino

Otto Krausbeck nasce in Argentina. Dal 1994 al 1996 studia architettura all’Universidad Nacional de Tucumán; si iscrive all’AAM nel 1996 diplomandosi nel 2002 con Kenneth Frampton. È stato assistente di atelier e di diploma di Francisco e Manuel Aires Mateus dal 2003 al 2010 e di Antonio Citterio dal 2004 al 2005. Ha collaborato dal 2003 al 2010 al workshop international social housing di Martino Pedrozzi. Dal 2002 al 2007 collabora con lo studio Trevisani di Lugano. Ricercatore del FNSRS (2003-2004) per la pubblicazione Panos Koulermos. Opera completa, a cura di Kenneth Frampton. Collaboratore al progetto del FNSRS Castello di Serravalle – Valle di Blenio, con Aurelio Galfetti e Martino Pedrozzi, AAM, 2000-2001. All’Archivio del Moderno dal 1998 al 2002 ha svolto lavori archivistici sui fondi Tami, Viganò, Koulermos e Galfetti.

Nel 2007 apre lo studio Krausbeck Architetto a Salorino-Mendrisio, che occupa tre collaboratori, di cui uno diplomato AAM. Dal 2013 collabora regolarmente in comunità di lavoro con G. Santagostino e M. Margarido (GSMM, Milano).

Progetti e realizzazioni significativi

  • Casa a Savosa, 2007-2009 (cfr. Archi 5/2012)
  • Casa a Carona, 2009-2011
  • Finca Chimpa a Cafayate, Argentina, 2011-2013
  • Residenza a Lopagno, 2012-2014
  • Casa torre d’angolo (concorso), Mendrisio, 2013-2017
  • Residenza Sant’Apollonia, Coldrerio, 2014-2017
  • Casa a Villa Luganese, 2015-2017
  • Piazza del Ponte, Mendrisio, 2017-in corso
  • Piazzetta San Giuseppe, Somazzo, 2017-in corso
  • Ampliamento e risanamento del comparto scolastico (concorso), Tenero – Contra (con GSMM architetti), 2017-in corso

Concorsi

  • Spazi per la didattica, Accademia di architettura, Mendrisio (con GSMM architetti), 2015, 2° premio
  • Comparto scolastico, Castione (con GSMM architetti), 2015, 3° premio
  • Riqualificazione comparto centrale di Gerra Piano, 2018, 4° premio
  • Centro federale d’asilo a Balerna-Chiasso (con GSMM architetti), 2018, 2° premio

 

studio andreani architetti, Chiasso

Paolo Andreani si diploma alla STS nel 1982, con Fabio Reinhart, e nel 1993 apre un proprio studio.

Fabio Andreani frequenta l’AAM, diplomandosi nel 2011 con Michele Arnaboldi. Dal 2007 al 2008 lavora nello studio dell’architetto Ivano Gianola a Mendrisio.

Nicola Andreani si diploma all’AAM nel 2014 con Manuel e Francisco Aires Mateus, è stato collaboratore dello studio di Mario Botta a Lugano, dal 2010 al 2011 e dal 2014 al 2017 nello studio DFN + Dario Franchini, Lugano.

Fabio è associato dello studio andreani architetti dal 2012, Nicola dal 2017. Attualmente nello studio lavora un architetto STS, due diplomati AAM e uno SUPSI.

Realizzazioni

  • Casa unifamiliare, Castel San Pietro, 2006
  • Ristrutturazione e ampliamento, Banca del Gottardo, Chiasso, 2007
  • Restauro cimitero, Balerna, 2008
  • Casa unifamiliare, Quinto, 2010
  • Edificio plurifamiliare, Coldrerio, 2011
  • Cappella di famiglia, Balerna, 2011
  • Crematorio, Chiasso, 2013-2017
  • Enoteca (con A+B2 architettura), Bellagio, 2016
  • Edificio industriale, Chiasso 2016
  • Edificio plurifamiliare, Massagno, 2017
  • Casa Torretta (con A+B2 architettura), Pognana Lario, 2018
  • Casa unifamiliare, Castel San Pietro, 2018

Concorsi

  • Nuova centrale cantonale di allarme CECAL (con A+B2 architettura), Bellinzona, 2013, 6° rango, 4° premio
  • Policentro della Morobbia (con A+B2 architettura), Pianezzo, 2013, 5° rango, 4° premio
  • Filarmonica (con G. Panza e A. Schiavio), Valsolda, 2019, 2° premio
  • Spazio Bellavista, Manno, 2019, 3° premio

 

Architetti Bianchi Clerici, Lugano

Elisabetta Clerici, diplomata presso l’AAM con Manuel e Francisco Aires Mateus nel 2008, ha collaborato con diversi studi di architettura: 2003-2004 Mauro Cereghetti, Novazzano; 2005-2007 Karim Renzo Notari, Lugano; 2008-2013 Tibiletti Associati, Lugano.

Erik Bianchi, diplomato presso l’AAM con Manuel e Francisco Aires Mateus nel 2008, ha lavorato dal 2003 al 2004 da Brusa Pasquè, a Varese. Fino al 2013 è stato collaboratore esterno degli studi: Arcode, Varese; Beier-Cabrini, Lugano, Tibiletti Associati, Lugano.

Nel maggio del 2013 hanno fondato lo studio Architetti Bianchi Clerici a Lugano.

Progetti e realizzazioni significativi

  • Edicola votiva per la Madonna di Lourdes, Chiesa di San Zenone (progetto), Campione d’Italia, 2013
  • Ristrutturazione Ca’ Picci, Como, 2013-2016
  • Ristrutturazione attico 5.5, Lugano-Paradiso, 2014-2015
  • Ristrutturazione casa bifamilare, Gravesano, 2014-2015
  • Casa Patio, Muzzano, 2014-2015
  • Stabile Green Park (progetto), Caslano, 2015
  • Casa Po’, Pianezzo, 2015-2017
  • Residenza Primula, Serocca d’Agno, 2015-in corso
  • Ristrutturazione casa storica nel nucleo, Sonvico, 2016-2017
  • Soprelevazione villa storica, Lugano, 2016-18
  • Ampliamento Istituto Miralago (concorso), Brissago, 2017-in corso
  • Ristrutturazione di casa bifamiliare, Gorduno, 2017-in corso
  • Progettazione arredo su misura appartamento 5.5, Ruvigliana, 2018-2019
  • Casa bifamiliare, Bioggio, 2018-in corso
  • Casa trifamiliare, Casa Piana, Bioggio, 2018-in corso
  • Ristrutturazione casa unifamiliare, Castagnola, 2018-in corso
  • Ristrutturazione rustico fuori zona edificabile, Breno, 2018-in corso

Concorsi

  • Polizia intercomunale Malcantone ovest, Caslano, 3° rango, 3° premio

 

Itten+Brechbühl, Lugano

Lidor Gilad si diploma nel 2003 all’AAM con Peter Zumthor, vincendo il Premio Boni. All’AAM, dal 2004 al 2007, è stato ricercatore presso Icup-Institute for the Contemporary Urban Project, e assistente di Jean-Pierre Dürig dal 2004 al 2012. Diventa partner dello studio AUS Architecture & Urban Systems di Mendrisio, dal 2007 al 2010. Cofondatore dello studio Gilad+Steinfeld Architects nel 2010, vi rimane fino al 2014. Dal 2011 è docente all’AAM.

Collabora dal 2014 con Itten+Brechbühl, ricoprendo attualmente la funzione di direttore progettazione della succursale di Lugano, attiva dal 2012, che occupa 14 architetti di cui 6 diplomati AAM.

Progetti e realizzazioni

  • Centro Svizzero di Calcolo Scientifico, Lugano, 2010-2012
  • Centro espositivo e amministrativo, Lamone, 2016-2019
  • Ampliamento Villaggio vacanze Reka (concorso), Kreuzlingen, 2016-in corso
  • Proposta pianificatoria, Stabio, 2017
  • Villaggio vacanze Reka, Lugano-Albonago, 2018-in corso
  • Casa per anziani (concorso), Canobbio, 2018-in corso

Concorsi

  • Ampliamento Ospedale Civico di Lugano, 2017, 2° premio
  • Sale operatorie, Ospedale Regionale Bellinzona e Valli (con Gaggini Studio d’Architettura), Bellinzona, 2017, 3° premio
  • Ampliamento Ospedale Regionale Beata Vergine, Mendrisio, 2017, 4° premio
  • Nuova scuola dell’infanzia, Bioggio, 2018, 5° rango
  • Campus Fachhochschule BFH, Berna, 2018, 2° premio, 3° rango

 

dueA architetti, Lugano

Silvia Barrera Meili si diploma all’AAM nel 2004, con Manuel e Francisco Aires Mateus; nello stesso anno apre un proprio studio di architettura.

Lorenzo Fraccaroli si diploma all’AAM nel 2004 con Valentin Bearth. È stato assistente delle cattedre di Storia dell’architettura di Jacques Gubler dal 2003 al 2006 e di Nicola Soldini dal 2004 al 2005. Nel 2004 inizia la libera professione.

Dal 2015 fondano la dueA architetti sagl, che attualmente occupa 3 collaboratori diplomati AAM.

Progetti e realizzazioni

  • Casa bifamiliare, Castelrotto, 2003-2006
  • Appartamento Belmonte 5, Lugano, 2005-2006
  • Edificio residenziale, Cadro, 2005-2010
  • Gioielleria «Gioielli d’italia», Lugano, 2007
  • Casa sul fiume, Monteggio, 2008-2009
  • Fafa fine art gallery, Lugano, 2009
  • Ristrutturazione appartamento, Celerina, 2010-2011
  • Studio Foce, nuovo spazio eventi, Lugano, 2010-2012
  • Ristrutturazione casa nel nucleo, Barbengo, 2011-2013
  • Ristrutturazione casa nel nucleo, Caslano, 2011-2013
  • Ristrutturazione casa nel nucleo, Magliaso, 2011-2013
  • Nuova porta sud della città di Lugano, Noranco, 2013
  • Ristrutturazione e ampliamento Banca Raiffeisen, Lugano, 2013
  • Stand itinerante Geberit, 2013
  • Edificio residenziale, Minusio, 2013-2016
  • Edificio residenziale e commerciale, Lugano, 2014
  • Casa per anziani (concorso), Caslano, 2014-in corso
  • Quartiere residenziale, Camorino, 2016
  • Casa nel bosco, Pura, 2016-2018
  • Arredo urbano Studio Foce, Lugano, 2016-2018
  • Case sospese, Croglio, 2016-2018
  • Industria ticinese laterizi, Balerna, 2016-in corso

Concorsi

  • Nuova mensa scolastica, Lugano Viganello, 2017, 4° rango

 

DF_DC architects, Lugano

Dario Franchini si diploma nel 2007 con Aurelio Galfetti con il progetto Sol ten, vincitore del «Premio Città di Olten». Nel 2012 è stato assistente all’AAM di Frédéric Bonnet. Dal 2007 al 2009 è stato collaboratore di Aus Architecture & Urban Systems di Mendrisio. Nel 2009 ha iniziato la sua attività quale architetto indipendente, nel 2013 ha fondato DF NETWORK a Lugano.

Diego Calderon si diploma nel 2008 con Manuel e Francisco Aires Mateus vincendo il premio «Città di Padova». Collaboratore dello studio Aires Mateus e dello studio londinese Jonathan Woolf (2008-2010), dal 2010 al 2016 lavora da Duggan Morris Architects. Dal 2016 è docente alla Kingston University a Londra. È stato critico invitato nelle università di Cambridge, Kingston, Central St. Martins, The Cass e TAU.

Fondano nel 2016 DF_DC architects, con sedi a Lugano e Londra. Dal 2018 sono docenti titolari alla Kingston University. Attualmente occupano a Lugano 5 persone, di cui due diplomati AAM, e a Londra hanno 4 collaboratori.

Progetti e realizzazioni

  • Edificio residenziale con 10 appartamenti, Ascona, 2009-2016
  • Black House, Cagiallo, 2010-2012
  • Edificio residenziale con 28 appartamenti, Agno, 2012-2014
  • Palazzo del Cinema (concorso), Locarno (con AZPML), 2012-2017
  • Concrete Villa, Comano, 2014-2018
  • Edificio residenziale con 14 appartamenti, Paradiso, 2014-in corso
  • Masterplan Parco Gerretta, Bellinzona, 2015-in corso
  • Leaning Yucca House, Londra, 2016-2018
  • Casa a Muzzano, 2016-2018
  • Casa unifamiliare, Tegna, 2016-in corso
  • Ponte pedonale Ex Torretta (concorso), Bellinzona (con AZPML), 2016-in corso
  • Casa a Tesserete, 2017-2019
  • Mews House, Londra, 2017-in corso
  • Brick House, Guadalajara (MEX), 2017-in corso
  • Edificio abitativo e commerciale (progetto), Londra, 2018
  • Elliot Square House, Londra, 2018
  • Hotel lago Chapala, Ajijc (MEX), 2018-in corso
  • 5 loft, Muralto, 2018-in corso
  • Masterplan Resort Island, Mozambico, 2018-in corso

Concorsi

  • Nuovo quartiere amministrativo AET, Monte Carasso, 2011, 2° premio
  • Scuola arti e mestieri (SAMSTA), Chiasso, 2014, 2a fase (con AZPML)
  • Comparto scolastico di Arbedo Castione, 2015, 6° premio
  • Casa anziani Corba, Canobbio, 2018, 2° fase

 

delorenzi la rocca architetti, Minusio

Thea Delorenzi si diploma nel 2004, con Esteban Bonell, nel 2010 diventa assistente di Michele Arnaboldi. Ha lavorato in diversi studi di architettura: 2004-2009, Baserga Mozzetti architetti, Muralto; 2009, Buzzi e Buzzi architetti, Locarno; 2009-2012, Guidotti Architetti, Monte Carasso. Nel 2012 inizia l’attività di libera professionista a Minusio.

Roberto La Rocca ottiene nel 1987 l’Attestato federale di capacità in qualità di disegnatore edile; nel 2007 diventa architetto REG B. Collabora negli anni 1987-1992 e 1994-2003 con lo studio Sergio Cattaneo a Bellinzona; nel 1993-1994 con Angela e Domenico Cattaneo a Roveredo; dal 2003 al 2004 con Aldo Velti a Bellinzona; dal 2004 al 2009 con Guidotti Architetti a Monte Carasso. Apre il proprio studio tecnico nel 2003 e nel 2007 uno studio d’architettura indipendente a Minusio.

Nel 2017 fondano lo studio delorenzi la rocca architetti a Minusio.

Realizzazioni

Concorsi

  • Palazzo del Cinema, Locarno, 2012, 2° premio
  • Fondazione Paolo Torriani per minorenni, Casa Torre D’angolo, Mendrisio (con arch. AAM F. M. Gamba), 2013, 3° premio
  • Nuovo stabile patriziale e sistemazione della piazza, Lodrino, 2014, 6° rango, 1° acquisto
  • Nuova sede di scuola elementare di primo ciclo e ampliamento della palestra, Tesserete, 2015, 2° premio
  • Nuova scuola dell’infanzia, Bioggio, 2017, 5° premio
  • Riqualifica comparto centrale, Gerra Piano, 2018, 2° premio

 

Inches Geleta Architetti, Locarno

Matteo Inches si diploma nel 2009 con Antonio Citterio, è stato assistente del 1° anno all’AAM  (2011–2013) dell’Atelier Briccola. Dopo essere stato collaboratore (2009–2011) dello studio buzzi e buzzi architetti a Locarno, apre il proprio studio a Locarno.

Nastasja Geleta, diplomata SUPSI in Architettura d’interni nel 2014 con Lukas Meyer, dal 2015 al 2016 è assistente negli Atelier Machado e Scandurra alla SUPSI.

Fondano nel 2017 lo studio Inches Geleta Architetti che attualmente occupa anche un architetto diplomato SUPSI. Lo studio è stato insignito di diversi riconoscimenti: A+ Award 2014, finalista; Der Best Umbau 2016, finalista; A+ Award 2017, distinzione; Swiss Art Award 2017, finalista; Best architect 18; Die Besten 2018, menzione; Best architect 19.

Progetti e realizzazioni

  • Casa Rizza, Vacallo, 2010-2012
  • Piazza S. Simone, Vacallo, 2011-in corso
  • Museo MeCrì, Minusio, 2012-2014
  • Casa Infinity (progetto), Locarno, 2013
  • Casa Desgraz, Solduno, 2013-2015
  • Padiglione Museo MeCrì, Minusio, 2014-2016
  • Casa Pallone (progetto), Claro, 2015
  • Palazzo Pioda, Locarno, 2015-2018
  • Casa Weidmann, Maggia, 2017-in corso
  • Centro culturale Elisarion, Minusio, 2017-in corso

Concorsi

  • Ampliamento della scuola elementare, Savosa, 2011, 3° premio
  • Oratorio parrocchiale, Giubiasco, 2012, 6° premio
  • Centrale cantonale d’allarme (CECAL), Bellinzona, 2013, 1° acquisto
  • Centro polivalente per anziani, Losone, 2015, 6° premio
  • Ampliamento ospedale civico EOC, Lugano, 2016, 3° premio
  • Nuova mensa scolastica, Lugano Viganello, 2017, 1° premio
  • Ampliamento della scuola elementare, Melano, 2018, 1° premio
  • Sviluppo urbanistico del comparto Ex Macello – Ex Gas, Locarno, 2019, 1° rango

Articoli correlati