Ta­dao An­do in mos­tra a Mi­la­no

Dal 9 aprile al 28 luglio a Armani/Silos

Publikationsdatum
02-05-2019

«Mi piacerebbe realizzare architetture che possano durare per sempre, non nella sostanza o nella forma, ma come un ricordo indelebile nel cuore degli uomini». 

L'opera di Tadao Ando, maestro dell'architettura e Premio Pritzker 1995, è al centro di The Challenge, mostra che riprende i materiali della retrospettiva del 2018 al Centre Pompidou – ideata dallo stesso Ando con il suo studio – e li colloca negli spazi di Armani/Silos a Milano. Figura fondamentale di una progettazione che predilige l’uso insolito della natura e la combinazione negli spazi di elementi come l’acqua e la luce, l’architetto giapponese, nato a Osaka nel 1941, si contraddistingue per la sua visione pura ed essenziale, che l'esposizione evidenzia ripercorrendo le sue realizzazioni più significative. Si va dalla Row House – Azuma House a Sumiyoshi (1976) agli edifici sull'isola di Naoshima (1988 fino a oggi), fino al progetto ancora in corso per la Bourse de Commerce di Parigi (autunno 2019); sarà inoltre esposto per la prima volta il progetto dell’Armani/Teatro a Milano (2001).

Il percorso narrativo si articola intorno a quattro temi principali: Forme primitive dello spazio, Una sfida urbana, Genesi del paesaggio, Dialoghi con la storia. Fanno parte della retrospettiva oltre cinquanta progetti, illustrati da schizzi, modelli originali, video installazioni, disegni tecnici, taccuini di viaggio e fotografie scattate da Tadao Ando stesso.

«Ancora oggi, dopo mezzo secolo, sono impaziente di affrontare la sfida infinita di creare architettura».

 

Inaugurata durante il Salone del Mobile in presenza dell’architetto, The Challenge è aperta al pubblico dal 9 aprile al 28 luglio

Orari d'apertura: giovedì e sabato 11-21, mercoledì, venerdì e domenica 11-19 

Armani/Silos, via Bergognone 40, 20144 Milano, Italia

Maggiori informazioni qui.

Verwandte Beiträge