L’architettura per l’ospitalità

Parlare di immigrazione oggi significa partecipare a un dibattito politico. È da questo ambito, infatti, che arrivano le maggiori retoriche volte a infiammare la scena internazionale, ed è sempre da questo ambito che si auspica possano giungere in futuro soluzioni per risolvere un fenomeno di carattere universale. L’immigrazione può diventare una risorsa o trasformarsi in problema in funzione dei modi in cui i luoghi di provenienza, transito e destinazioni rispondono a questi processi di cui la politica è lo strumento privilegiato (non l’unico e solo) con il quale i governi nazionali e le organizzazioni transnazionali si propongono di condizionare questo fenomeno.

Camillo Magni Architetto, presidente di Architetti senza frontiere Italia, ricercatore POLIMI

Comprare questo articolo

Teaser

Comprare direttamente l’articolo
Comprare abbonamento online
Studio / Ricerca 1 Mese
6 Mesi
1 Anno

Articoli affini

ARCHIVIO: Le edizioni dal 2013

Abbonarsi Archivio