La cel­lu­la di ener­gia ai mar­gi­ni del­la cit­tà – Coo­pe­ra­ti­va Stur­ze­negg, San Gal­lo

«Immobili ed energia» 2/2019

Autarchica, parsimoniosa o connessa? L’insediamento della cooperativa d’abitazione Sturzenegg a San Gallo è una componente essenziale del sistema energetico decentralizzato.

Data di pubblicazione
17-06-2019

Tutti parlano di digitalizzazione, ma pochi ne hanno un’idea concreta. Alla città di San Gallo non mancano idee in tal senso. Da oltre un anno le autorità hanno assunto un «Chief Digital Officer» con il compito di formulare una strategia per una smart city e collegare questa strategia alla tutela del clima. Esiste già anche un primo progetto di attuazione; si concentra sull'approvvigionamento energetico e si presenta come insediamento residenziale ecocompatibile e vivibile. Nel quartiere di Winkeln, all’ingresso ovest di S. Gallo, una cooperativa locale d’abitazione ha messo a disposizione l’anno scorso spazio vitale a prezzi convenienti per circa 150 persone. A est si trovano terreni coltivabili liberi; alle spalle si trova un quartiere a bassa densità. L’edificazione stessa dello Sturzenegg, con la sua architettura che rimane impressa e con una forma compatta, fa da filo conduttore che accomuna la periferia dell’insediamento.

L'elevata qualità del sito è tangibile anche per i nuovi abitanti: le tre file di edifici con un totale di 69 unità abitative presentano balconi sul fronte e sul retro. I corpi edilizi di forma allungata sono disposti affiancati, disassati; lo spazio intermedio semipubblico comunica così un carattere permeabile, invitante, che dà l’idea di una comunità.

Che cosa c’è di «smart» in tutto ciò? Principalmente l’approvvigionamento energetico, che si basa su un concetto di rete intelligente. L'azienda municipale di San Gallo non vi ha partecipato soltanto come fornitore d'energia, ma ha realizzato qui una cellula per l’approvvigionamento di elettricità ecologico e sicuro per la città.

Le tecnologie selezionate sono conosciutissime: impianti fotovoltaici sui tre tetti delle case producono elettricità. L’energia per il riscaldamento e per l’acqua sanitaria proviene invece dalla centrale termica, che ha due sistemi di cogenerazione efficienti. Pur bruciando gas, questi sistemi producono, oltre a calore di scarto, anche corrente elettrica, soprattutto a copertura delle carenze stagionali o in determinate fasce orarie giornaliere. A livello di bilancio annuo, l’insediamento residenziale soddisfa i criteri dello standard Plus Energie; i tre singoli edifici sono certificati Minergie A. Ma soltanto grazie alla gestione intelligente è possibile offrire in qualsiasi momento energia a sufficienza e usufruire massicciamente di energia solare a basse emissioni.

Per le società di servizi pubblici l’hub energetico di Sturzenegg è smart perché può essere utilizzato secondo le necessità: gli impianti di cogenerazione forniscono calore anche quando il sole non splende. Si prevede che la maggior parte delle unità di cogenerazione funzionerà in continuo in inverno. Nelle stagioni intermedie e in estate, la produzione di calore per il riscaldamento e l'acqua calda verrà spostata in quelle ore in cui ci si aspetta solo produzione ridotta o nulla di energia solare. L'elettricità prodotta localmente, non utilizzata è immessa nella rete pubblica.

Un accumulo di elettricità potrebbe essere un'espansione di questo sistema; la municipalizzata vuole testare questa possibilità in futuro. E non prima dei prossimi 15 anni verrà valutata la sostituzione della centrale di cogenerazione. La municipalizzata procede pertanto passo dopo passo a valutare le opportunità offerte dalla produzione decentralizzata di energia.

Anche agli abitanti della cooperativa d’abitazione sono offerti servizi innovativi: essi hanno accesso alla rete di comunicazione interna che mostra il consumo energetico. È anche a disposizione una moderna autovettura elettrica per il car sharing. E come contropartita per il sistema energetico a basse emissioni di CO2, gli inquilini hanno solo pochi obblighi: «Insieme costituiscono una comunità di autoconsumo, che si basa sull’energia autoprodotta sul posto», chiarisce Jacques-Michel Conrad, amministratore delegato della cooperativa per l’edilizia residenziale. Il regolamento determina anche che il prezzo dell'energia non possa superare quello della rete pubblica. Per quanto riguarda il fabbisogno di energia, anche qui la dotazione è smart: tutti gli impianti tecnici delle case sono tarati sulla massima efficienza energetica. I box doccia sono un modello speciale con scambiatore di calore integrato e gli elettrodomestici della cucina sono dotati della migliore etichetta energetica. Ci sono tutte le premesse perché ogni inquilino del Sturzenegg consumi meno energia possibile.

 

Tipologia 6 edifici, 171 appartamenti (alloggi cooperativi)

Committenza Cooperativa d'abitazione San Gallo

Architettura wild bär heule Architekten, Zurigo

Architettura del paesaggio Hager Partner, Zurigo

Impiantistica Kempter + Partner, San Gallo

Contracting energetico e monitoring Azienda industriale San Gallo

Costo dell'opera 30 Mio CHF

Realizzazione 2015-2017

Superficie riscaldate 8739 m2

Standard energetico Minergie-A

Particolarità Insediamento pionieristico Smart-City San Gallo

Approvvigionamento energetico
Calore Impianti di cogenerazione di energia elettrica e termica (gas naturale e biogas)

Elettricità fotovoltaico e cogenerazione

I contributi del secondo numero di Immobili ed energia sono raccolti nel nostro dossier digitale.