Being in a Bi­en­na­le - In­ter­vis­ta #6 a Léo­ne Dra­peaud & John­ny Leya «Traum­no­vel­le»

[Video]

Pochi i progetti con sfumature politiche presentati a questa edizione della Biennale di Architettura di Venezia. Tra questi, la proposta degli architetti TRAUMNOVELLE per il Belgio. Trasformando il padiglione belga in un'agorà pubblica, il progetto "EUROTOPIE" è una critica al ruolo attuale del quartier generale europeo nel cuore di Bruxelles e allo stesso tempo funge da sostenitore e difensore di un'entità indebolita e in pericolo di estinzione: l'Unione Europea.

Publikationsdatum
06-08-2018
Revision
06-08-2018

Traduzione e adattamento testo dal tedesco all'italiano a cura di Valeria Crescenzi, redattrice espazium.ch

«EUROTOPIE»
Padiglione del Belgio alla 16ma Biennale Architettura di Venezia

Curatori: Traumnovelle & Roxane Le Grelle

Espositori: Traumnovelle & Roxane Le Grelle in collaboration with Bruce Bégout, Philippe Braquenier, Sébastien Lacomblez, Dennis Pohl, Claire Trottignon & 6’56” (Jurgen Maelfeyt)

[testo di presentazione tratto dal sito ufficiale della Biennale di architettura di Venezia]
 

Europe exists, it is in Brussels! Despite being the EU’s principal territorial, physical and symbolic anchorage, the European Quarter in Brussels barely contributes to a collective European identity. By accepting the role of hostess to the common enterprise of Europe, Brussels de facto accepts responsibility for its territorial anchorage. The EU Quarter is above all the spatial expression of the European political system. However, for morphological, security and financial reasons, it is also impervious to citizen initiatives. The Belgian pavilion therefore addresses the deficiency of democratic and citizen spaces in the EU Quarter. By offering a public agora, it hopes to arouse political commitment in European citizens and extend an invitation to pursue the construction of Europe as a political ideal, as well as its anchorage in Brussels. Based on spatial hints and urban or architectural traces, its guidebook, Voyage en Eurotopie, offers a glimpse of what Europe and Brussels may be and how space-makers may learn from the supranational city.

Ulteriori articoli dedicati alla 16ma Biennale di architettura di Venezia li trovate nel nostro speciale e-Dossier.

Verwandte Beiträge