Cit­tà in le­gno II - Edi­to­ria­le

La 2a edizione di «Città in legno» è dedicata ad alcuni progetti di ampio respiro che hanno permesso di realizzare edifici abitativi in città e negli agglomerati urbani.

Data di pubblicazione
15-11-2017
Revision
15-11-2017

La 2a edizione di «Città in legno» è dedicata ad alcuni progetti di ampio respiro che hanno permesso di realizzare edifici abitativi in città e negli agglomerati urbani. Gli edifici in legno costituiscono sempre più parte integrante del paesaggio costruito. Dal 2009 al 2014, il consumo di legname impiegato in Svizzera per le case plurifamiliari è aumentato del 73%.

Nel 2015 sono state costruite circa 500 nuove case plurifamiliari, realizzate per lo più nelle grandi città o negli agglomerati. Negli ultimi due anni tuttavia solo il 6% delle case plurifamiliari è stato edificato con una struttura portante in legno. Affinché costruire in legno diventi una realtà del tutto ovvia, dovrà trascorrere ancora un po’ di tempo.

Si resta affascinati dalla versatilità del legno e dai vantaggi offerti da quasto materiale, sempre più evidenti, soprattutto quando si tratta di inserire un’opera tra altri edifici, in contesti residenziali, dove sono richiesti brevi tempi di costruzione per arrecare il minor disturbo possibile al vicinato.

Grazie ad efficaci sistemi di costruzione modulare, oltre ad accorciare la durata die lavori, è possibile ridurre la polvere e le emissioni foniche. In alcuni casi, si può effettuare la sopraelevazione di un vecchio edificio, persino senza obbligare gli inquilini a trasferirsi altrove, una soluzione che risulta quasi sempre più sostenibile che demolire e costruire ex novo.

Non vi è nessun altro ramo dell’edilizia altrettanto dinamico. Negli istituti di ricerca, presso università e SUP, come pure nei reparti di sviluppo dell’industria, si lavora alacremente per ampliare il ventaglio di possibilità a livello di tecniche e materiali. L’entrata in vigore delle nuove prescrizioni antincendio conferisce maggiore margine di manovra, poiché il materiale non è più sottoposto a rigidissime regolamentazioni. Tra progetti individuali e soluzioni standardizzate, lo spettro di soluzioni è ampio. Negli spazi abitativi dei grandi complessi residenziali ora il legno è finalmente valorizzato e a determinate condizioni si possono costruire in legno anche edifici multipiano. Il legno si è anche liberato di diverse limitazioni.

Ora è impiegato con più pragmatismo rispetto a qualche anno fa, come un qualsiasi altro materiale, tenendo contodelle sue specificità. Optando per una costruzione interamente in legno o ibrida i progettisti, i committenti e gli investitori sfruttano tale libertà, e l’esperienza accumulata. Optare per il legno è una decisione ecologica e una scelta economica sempre più vantaggiosa. Affermare che costruire in legno sia costoso perde invece vigore. Grazie ai progressi raggiunti a livello tecnico, architettonico e di materiali, i vantaggi sono ormai palesi e sono documentati anche dalle campagne di marketing condotte dai grandi investitori. Benché il suo impiego non implichi la riscossione di pigioni più elevate, il legno resta un importante argomento di vendita, soprattutto in città. Se in futuro si realizzeranno solo abitazioni ecologiche, gli altri edifici saranno, con ogni evidenza, sempre meno attrattivi sul mercato. Ancora meglio poi se il materiale impiegato è anche legno di provenienza svizzera.

 


L'articolo è stato pubblicato nel numero speciale "Città in legno III - Megatrend come forza motrice", un progetto commissionato dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) e in collaborazione con Wüest Partner. Ulteriori articoli con immagini e materiali aggiuntivi sono stati raccolti in uno speciale e-dossier.


 

Etichette