In­ter­vi­sta con l'ar­chi­tet­to An­toi­ne Hah­ne, del­lo stu­dio Pont12

VIDEO

Data di pubblicazione
25-06-2020

Video in francese / 4’36 min

Lo studio d'architettura Pont12 è cresciuto notevolmente negli ultimi anni. Premiato in numerosi concorsi attualmente in corso di realizzazione, tra i quali quello per il nuovo centro sportivo di Malley, aveva già iniziato a farsi conoscere nel 2014, quando la popolazione losannese aveva rifiutato la costruzione della torre Taoua. Ciò non ha scoraggiato gli architetti, la cui voglia di costruire in altezza è rimasta viva. E oggi lo studio ce l'ha fatta: insieme a Aeby Perneger & Associés, quest'anno Pont12 ha vinto il concorso per l'ecoquartiere Central Malley; il progetto della torre dovrebbe diventare realtà entro il 2024.

Antoine Hahne è uno dei co-fondatori dello studio d'architettura Pont12, con sede a Renens. Nato a Dortmund, ha studiato architettura all’EPFL, dove si è diplomato nel 1994. Attualmente è membro della SIA.

Trovate qui tutti gli articoli del dossier Habitat verticali

 

 

L'habitat verticale, la recrudescenza di una forma di densificazione, Tania Perret (24 giugno)


Abitare in verticale ieri e oggi, Eveline Althaus (24 giugno)


Video 01 – Antoine Hahne, architetto, Pont12, Losanna (26 giugno)

 

Video 02 – Paolo Poggiati, architetto paesaggista, Bellinzona (29 giugno)


Video 03 – Maria Lezzi dirige l'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE), (in uscita il 3 luglio)


La torre e il grattacielo. Breve storia dell'edificio alto, Matteo Moscatelli (in uscita il 6 luglio)


Video 04 – Heinrich Degelo, architetto, Basilea (in uscita il 10 luglio)

Articoli correlati