Ri­ti­ro an­ti­ci­pa­to e ri­pub­bli­ca­zio­ne

Il Comitato SIA sottopone all’approvazione dell’Assemblea dei delegati 2019 la richiesta di ritirare anticipatamente gli ausili per il calcolo relativi ai regolamenti SIA 102, 103, 105 e 108, nonché di ripubblicare i regolamenti per le prestazioni e gli onorari (RPO), ma in una versione accorciata, cioè senza più l’articolo 7.

Data di pubblicazione
15-06-2019

Il 1° novembre 2018, la SIA ha pubblicato una soluzione transitoria concernente i regolamenti per le prestazioni e gli onorari (RPO), vale a dire: SIA 102 Regolamento per le prestazioni e gli onorari nell’architettura; SIA 103 Regolamento per le prestazioni e gli onorari nell’ingegneria civile; SIA 105 Regolamento per le prestazioni e gli onorari degli architetti del paesaggio e SIA 108 Regolamento per le prestazioni e gli onorari nell’ingegneria impiantistica per gli edifici, meccanica ed elettrotecnica. In concreto, la SIA ha rielaborato i contenuti dei regolamenti menzionati e tolto le disposizioni per il calcolo degli onorari (artt. 6 e 7), proponendo, in sostituzione, ausili di calcolo separati e uno strumento di calcolo online. La segreteria della COMCO ha stabilito che la soluzione transitoria pattuita e messa in atto dalla SIA poteva restare in vigore sino alla fine del 2019.

Ora, tuttavia, la soluzione formulata si rivela, con un intervallo di previsione del 90% e in forma di diversi quantili, troppo matematica, di difficile comprensione e dunque non applicabile concretamente nella prassi. Per questo motivo il Comitato SIA ha deciso di richiedere, in occasione dell’Assemblea dei delegati svoltasi il 12 aprile 2019, che gli ausili per il calcolo relativi ai regolamenti SIA 102, 103, 105 e 108 siano ritirati già a partire dal 1° maggio 2019. Dato che la segreteria della COMCO ha prescritto una durata massima per la soluzione transitoria ma non una durata minima, secondo il parere del Comitato, non vi è nulla che si opponga a tale decisione e un ritiro anticipato dovrebbe essere ammesso.

Richiesta di pubblicazione degli RPO 102, 103, 105 e 108 sottoposta all’AD

Nel frattempo la segreteria della COMCO ha confermato che gli articoli 1-5 degli RPO rivisti sono conformi alla legge sui cartelli. In base alla consultazione avuta con l’esperto in materia, il Dr. Daniel Emch, che rappresenta la SIA nell’ambito di tutta la questione COMCO, anche l’articolo 6 risulta conforme e può dunque tornare in vigore. In virtù di tali considerazioni, il Comitato SIA chiede dunque all’Assemblea dei delegati che i regolamenti SIA 102, 103, 105 e 108 (artt. 1-6) siano ripubblicati entro il 1° maggio 2019 e rimessi nuovamente in vendita.

Il Comitato richiede altresì all’AD di dare luce verde alla pubblicazione del regolamento SIA 106 per le prestazioni e gli onorari dei geologi (in tedesco e francese). Dal 2015 il regolamento SIA 106 è stato oggetto di revisioni tese a meglio armonizzare il documento con gli altri regolamenti e si presenta ora in una versione più snella e succinta. Il tema della qualità è trattato in modo più ampio nell’articolo 3, mentre l’elenco delle prestazioni, di cui all’articolo 4, è stato strutturato maggiormente nel dettaglio. La questione degli onorari (art. 6) è ora in linea con il regolamento SIA 103.

Quale sarà il futuro degli RPO?

Il tema «RPO lungimiranti», definito prioritario per il 2019, è stato sottoposto all’approvazione dei delegati.

Nell’anno in corso il Comitato vuole poter dare risposta a tutte le domande sollevate in riferimento al futuro degli RPO. In questo contesto prenderà le redini il «gruppo di esperti RPO», composto da alcuni membri del Comitato e delle rispettive commissioni. Il Comitato ritiene che nel processo vadano coinvolti anche i gruppi professionali. Al suo interno traspare già la tendenza a voler puntare l’obiettivo soprattutto sull’aggiornamento delle prestazioni e non tanto sull’elaborazione di nuovi modelli per il calcolo degli onorari che siano conformi alle disposizioni fissate dalla COMCO. Parallelamente, anche l’Ufficio amministrativo sta passando al vaglio alcune alternative agli ausili di calcolo, ad esempio la creazione di data room.

Articoli correlati