Fogo – Un'isola connessa

«Città in legno» 5/2019

I volumi di residenze e atelier di Fogo, presso la stazione Altstetten a Zurigo, sono composti per la maggior parte da moduli in legno. Centri di formazione, alloggi per richiedenti l'asilo, spazi creativi, piccoli artigiani e cucina innovativa dal 2018 trovano qui sede a prezzi ragionevoli.

Date de publication
21-11-2019

I due complessi di Fogo, lungo i due lati del Geerenweg, arricchiscono una zona composta prevalentemente da edifici per uffici, fermate del tram, un’autostrada e il ponte Europa, oltre alla stazione di Altstetten. In questo contesto l’architettura dell’intervento, semplice quanto immediatamente riconoscibile, offre, assieme alla variegata popolazione residente, un vivace contrasto con l’imma­gine tradizionale del quartiere. Al lato occidentale del complesso, la fondazione Einfach Wohnen (SEW) affitta parte dei propri appartamenti, organizzati in moduli lignei su tre livelli, alla JUWO, ente residenziale per giovani, e alla AOZ, rete zurighese per i richiedenti l'asilo. Sul lato orientale si trova invece il complesso comprendente gli atelier, anch’essi costruiti in legno e di proprietà dalla AOZ, al cui centro sono stati posizionati dei container in metallo, trasportati nella Vulkanplatz dopo 8 anni al centro richiedenti l'asilo di Leutschenbach.

Per i prossimi anni la AOZ e la SEW avranno i diritti di uso di tale area, iniziando così un esperimento residenziale comunitario, secondo una logica di integrazione e inclusione.

Approdo e punto di ritrovo temporaneo

La parte occidentale del complesso, commissionata dalla SEW, è stata realizzata da KHS, una comunità di lavoro composta da HDPF Architekten, l’architetto Johannes Kaufmann e l'architetto tecnico Urs Schläpfer. L’offerta per le prestazioni di progettazione ed esecuzione ha dovuto rispettare un budget definito, oltre che rispondere ai parametri per la Società a 2000 Watt. Tra questi, la realizzazione di una struttura modulare in legno, l’installazione di pompe di calore aria-acqua e un impianto fotovoltaico, mentre materiali come l’acciaio inossidabile per le cucine permettono bassi costi di manutenzione. Il cortile comune è protetto dall’autostrada da un muro di otto metri d'altezza. I 93 moduli, tra cui cucine e bagni, sono stati prefabbricati e forniti già dotati delle installazioni necessarie, per poi venir assemblati sul posto in una sola settimana, rimanendo tuttavia riutilizzabili in futuro. Nessuna ripresa in opera si è resa necessaria dopo la posa degli ­elementi, come affermato da Patrik Suter di JUWO, ente di riferimento per gli oltre 1500 giovani zurighesi attualmente alla ricerca di alloggi a pigione moderata.

Colorato, modulare, economico

hoffmannfontana architekturen sono i progettisti responsabili per la parte di proprietà dell’AOZ a est del Geerenweg. I vecchi container di metallo di Leutschenbach necessitavano solo di una nuova copertura, oltre che di protezioni solari; si è poi deciso di rinunciare a ulteriori balconi nei moduli per i richiedenti l'asilo, per ridurre ulteriormente i costi. Analogamente, si è potuto risparmiare collocando i container e i nuovi moduli su fondazioni a palo, per le quali si sono però dovute ridurre al minimo le operazioni di scavo a causa della presenza di terreno contaminato e anche di specie animali protette. Per coordinare i collegamenti orizzontali tra i moduli in legno e i singoli container i progettisti hanno adattato il modulo strutturale alle dimensioni di questi ultimi, pari a 3 x 10 m.

Gli atelier, addossati ai container, vanno poi a formare una piazza la cui disposizione consente di mitigare il rumore del traffico dell’autostrada e del ponte Europa. Tuttavia, gli elementi in legno non sono completamente chiusi verso l’autostrada ma sono stati disposti secondo un sistema di arretramenti, così da permettere la vista sul traffico e il ponte autostradale, dall’atmosfera quasi romanticamente metropolitana. Tutti gli accessi esterni ai moduli sono in metallo. Gli elementi in legno di abete sono differenziabili e riciclabili e sono stati trattati per resistere per venti anni agli agenti atmosferici e all’inquinamento. Dopo tale periodo la ricostruzione altrove dell’intero complesso è teoricamente possibile – la convenienza di tale ipotesi potrà però essere valutata solo allora.

I vecchi container di Leutschenbach sono di color giallo, crema e arancio. Visivamente il corpo orientale di Fogo risalta proprio grazie alla scelta dei colori e dei materiali operata da Beatrice Fontana, oltre che dalla presenza del logo sulla torre, concepito dagli studenti della ZHdK. Più sobria e riservata appare la parte orientale, con la sua pannellatura chiusa verso l’esterno. Le differenti concezioni dei due corpi sottolineano le due diverse funzioni ospitate, peccato però non appaiano più omogenee. Tutto sommato, Fogo, il cui nome deriva da un vulcano capoverdiano, si presenta come un'accogliente oasi di serenità dietro la stazione ferroviaria di Altstetten, contraddistinta dai ritmi frenetici tipici di una zona produttiva e da anonimi edifici commerciali.

Partecipanti al progetto

Committenza AOZ, Asylorganisation, Zurigo (E) e SEW, Fondazione Einfach Wohnen (O)

IT/Architettura Zona est (E): hoffmannfontana architekturen, Zurigo. Zona ovest (O): KHS, Appenzello (Comunità di lavoro HDPF, Zurigo; Johannes Kaufmann Architekten, Dornbirn, Austria; Simuba, Appenzello)

Posa in opera – legno Kifa, Aadorf (E), e Kaufmann Zimmerei und Tischlerei, Reuthe, Austria (O)

Acustica Wichser Akustik & Bauphysik, Zurigo (E), Gartenmann Engineering, Zurigo (O)

Paesaggio Laubrausch, Zurigo (O); GGZ, Zurigo, Alder Eisenhut, Ebnat-Kappel (E)

 

Edificio

Appartamenti (E) + (O) 33 x appartamenti da 4-6 vani, 139 unità singole, una sala comune da 87 m2, spazi di produzione, ateliers, gastronomia

Superficie utile 4608 m2 (O), 2800 m2 (E)

Label Minergie/Minergie P (E) e 2000 Watt (O)

 

Legno e costruzione

Costruzione Modulare

Quantità elementi 90 container (recuperati), 72 nuovi moduli (E); 93 unità spaziali (O)

Legname da costruzione Austria (O)

 

Date

Montaggio costruzione grezza 8 giorni (O); container in metallo 5 giorni; moduli in legno 15 giorni (costruzione grezza) (E)

Costruzione 6 mesi (O); 6 mesi (E)

Prefabbricazione 3 mesi (O)

 

Costi

Costi (CCC 1–5) SEW 12 Mio CHF (O); AOZ 8 Mio CHF incl. trasloco container da Leutschenbach (E)

I contributi del quinto numero di «Città in legno» sono raccolti nel nostro dossier digitalequi è possibile scaricare il fascicolo.

Étiquettes

Sur ce sujet