Co­strui­re in le­g­no a sud del­le Al­pi

archi 2019 6

CHF 20.00
Print Date
09-12-2019

Tra i materiali da costruzione più antichi, il legno è stato soppiantato all'inizio del Novecento da acciaio e cemento (più facili da gestire sul versante ingegneristico e, soprattutto, non combustibili). Oggi però la ricerca di sistemi di edificazione sostenibili ne ha determinato la riscoperta, grazie anche alle nuove tecniche e tecnologie elaborate in atenei e istituti tecnici svizzeri. Mentre a nord delle Alpi iniziano a sorgere palazzine e interi quartieri in legno, «Archi» si chiede: e in Ticino?

Risponde con il numero Costruire in legno a sud delle Alpi, curato dall'architetto Stefano Zerbi e dall'ingegnere Stefano Miccoli. Nella Svizzera italiana, «territorio di frontiera e contaminazione di modalità costruttive nordiche e mediterranee» (come scrive la direttrice Mercedes Daguerre) dove tradizionalmente la costruzione in legno è stata subordinata a quella in pietra, oggi questo materiale «viene scelto» osserva Miccoli «più che per gli aspetti tecnologici e ambientali, per trasmettere un messaggio personale». Lo dimostrano i progetti presentati nel numero, firmati da esponenti affermati e emergenti dell'architettura ticinese; in essi il legno è scelto «perché si sposa bene con l’idea architettonica e apre possibilità tecniche ed espressive che permettono di mostrarla».

Articoli principali

  • Praxis e carattere – di Mercedes Daguerre
  • Progettare e costruire in legno a sud delle Alpi – di Stefano Miccoli e Stefano Zerbi
  • Un’architettura costruita di Stefano Zerbi
  • Legno: materiale del futuro – di Stefano Miccoli
  • Centro Sci Nordico a Campra – Durisch + Nolli Architetti
  • Casa a Ludiano – Tocchetti Pessina Architetti
  • Casa doppia a Monte Carasso – Guidotti Architetti
  • Casa Matter a Gordola – Moro & Moro Architetti
  • Atelier Stocker Lee a Rancate – Stocker Lee Architetti