Swiss­Tech Conven­tion Cen­ter, Ecu­blens (VD)

La vetrata fotovoltaica, che riveste gli oltre 300 mq della facciata ovest dello SwissTech Convention Center, rappresenta la prima integrazione architettonica del suo tipo di tecnologia.

Date de publication
11-12-2014
Revision
08-10-2015

Situato nel settore nord del campus dell’EPFL, il Centro Congressi costituisce un nuovo simbolo e un punto di riferimento nel paesaggio. Il suo carapace metallico, generato dallo spazio interno, si stacca progressivamente dal suolo liberando delle ampie superfici vetrate orientate verso sud (lato foyer) e verso nord, permettendo alla luce naturale di entrare nella grande sala. Quest’ultima può essere suddivisa in diverse piccole sale grazie a un sistema di pareti e sedute mobili. Il centro accoglie inoltre un grande foyer che può essere utilizzato come spazio espositivo e, a livello inferiore, come insieme di sale distribuite intorno a un secondo foyer, anch’esso modulabile.

La struttura portante del Centro, a forma di catamarano, è composta da due grandi travi metalliche tridimensionali appoggiate su due nuclei in calcestruzzo armato poste al centro e a nord dell’edificio. Il rivestimento della copertura in alluminio anodizzato naturale contrasta con il carattere più intimo e raffinato dei rivestimenti interni in legno. Allo stesso modo, la leggerezza dei rivestimenti degli spazi interni contrasta con la presenza imponente dei grandi nodi verticali e con i grandi terrazzi della sala del foyer. Malgrado la marcata differenza di linguaggio tra il Centro Congressi e il resto del complesso, l’unità dell’insieme è garantita dall’uso di materiali simili tra loro.

La «facciata Grätzel», una prima mondiale

Inventata nel 1991 da Michael Grätzel, ricercatore e professore dell’EPFL, le cellule fotoelettrochimiche a colorante, riproducono i principi del processo della fotosintesi che si verifica nelle foglie dei vegetali. La vetrata fotovoltaica, che riveste gli oltre 300 mq della facciata ovest dello SwissTech Convention Center, rappresenta la prima integrazione architettonica di questo tipo di tecnologia. I pannelli translucidi, costruiti e assemblati da PMI di artigiani della regione, possono essere posati con qualsiasi angolo d’incidenza della luce, anche verticalmente, senza alcuna perdita di rendimento, e, oltre a produrre energia elettrica rinnovabile, proteggono l’edificio dall’irraggiamento diretto evitando il ricorso a ulteriore energia per il raffreddamento.

Questo progetto di vetrata fotovoltaica è l’esito di una lunga politica d’innovazione portata avanti dall’EPFL in collaborazione con Romand Energie che ha finanziato integralmente il progetto.

Investitori: Credit Suisse Real Estate Fund Hospitality, Credit Suisse Real Estate Fund LivingPlus

Committente: epfl, meg Ecublens ccr

Architettura: Richter Dahl Rocha & Associés architectes sa; Losanna

Collaboratori: J. Richter, I. Dahl Rocha, K. Ross, A. Wintsch, P. Papaux, N. Adrien, H. Dahl Rocha, M. Petruzzi, A. Barc, M.Mouzo, P. Rossier, M. Branco, M. Sousa, M. Losana Vela, B. Kansu, C. Gachnang, M. Monti, S. Monney, M. Gribi, L. Berset, P. Marmillod, M. Mouzo, M. Trobisch

Architettura d’interni: rdrDesign sa; Losanna Collaboratori J. Richter, I. Dahl Rocha, C. Dell’Ariccia, A. Baillie, R. Erb, A. Juan- betz, M. Turin

Sviluppo progetto e impresa totale: hrs Real Estate sa, St-Sulpice

Ingegneria civile: Ingeni sa; Losanna, Daniel Willi sa, Montreux

Ingegneria facciata: bcs sa; Neuchâtel

Ingegneria RVC: rg Riedweg et Gendre sa; Carouge

Ingegneria sanitaria: Duchein sa; Villars-sur-Glâne

Ingegneria elettrotecnica: Betelec sa; Villars-Ste-Croix

Ingegneria acustica: aab J- Stryjenski et H. Monti sa; Ca- rouge

Ingegneria della sicurezza: Hautle Anderegg + Partner sa; Berna

Geotecnica: Karakas & Français sa; Losanna

Paesaggista: L’Atelier du Paysage Jean-Yves Le Baron sàrl; Losanna

Scenografia: Scéno Plus; Montréal (Québec), SonicDesign Distribution Sàrl; Savigny

Artisti: Catherine Bolle et Daniel Schlaepfer; Losanna

Fotografia: Fernando Guerra, Lisbona, Yves André (cantiere); Vaumarcus (ne)

Date: concorso 2006, realizzazione 2011-2014

Casa dello studente: cfr. Archi 2/2014

Intervento: Costruzione nuova

Superficie (Ae): 13’640 mq

Riscaldamento: pompa di calore acqua (lago)/acqua

Acqua calda: solare termico

Impianto fotovoltaico: 3 kWp (2000 kWh annui di energia prodotta)

Fabbisogno di calore per riscaldamento (Qh): 46.2 kWh/mqa

Fabbisogno totale di energia: 109.5 kWh/mqa

Particolarità: tetto U=0.17 W/mqK, pareti U=0.19 W/mqK, pavimento U=0.33 W/mqK, finestre U=1.48 W/mqK, g=0.35; prossima installazione sistema fotovoltaico sul tetto 1500 mq/224 kWp

Sur ce sujet