Pre­mio SIA Mas­ter Ar­chi­tet­tura 2016: com­po­si­zione pro­fana

Progetto di Sophie Didishei e Marco Ievoli

Laureati: Sophie Didisheim, Marco Ievoli. Professori: Dieter Dietz, Yves Pedrazzini, Charlotte Erckrath, Patrick Mestelan

Date de publication
18-05-2017
Revision
18-05-2017

Traduzione del testo dal francese all'italiano a cura di Laura Ceriolo.

Una risposta poetica, quasi utopica, ma non senza un certo realismo concettuale, a problematiche attuali: la desertificazione dei luoghi di culto e la domanda di posti di accoglienza per i migranti. Il progetto propone 2 esempi in cui il rifugio per migranti prende posto in una chiesa losannese. L'umanitarismo religioso si traspone nella società e si appoggia alle infrastrutture ecclesiastiche. Anche profanando l'edificio sacro, i valori religiosi si ritrovano nel principio di ospitalità, ma questa desacralizzazione propone un immaginario architettonico che rende omaggio allo spazio dell'edificio originario.