Tavola rotonda "La Città di Mendrisio, un progetto territoriale: pensare e ridisegnare l'identità e il patrimonio"

In collaborazione con Archi, che ha dedicato al tema il numero 6 del 2018, la Città di Mendrisio organizza una tavola rotonda dedicata al mandato di studio in parallelo che ha bandito.

L'aggregazione comunale permette una nuova lettura del territorio e fornisce l'opportunità di riordinarlo e valorizzarlo. Per farlo, occorrono degli obiettivi strategici a medio e lungo termine chiari, legittimi e attrattivi, che sorgano da uno scambio vivace e democratico fra politica, economia, cultura e società. Inoltre, occorre dotarsi di uno strumento che renda possibile il passaggio da una concezione di pianificazione locale (quartiere per quartiere) a una pianificazione riferita all'intera città. Lo strumento in grado di tradurre gli obiettivi strategici in pianificazione territoriale è il Piano direttore comunale. II Municipio della Città di Mendrisio ha affidato a tre professionisti un mandato di studio in parallelo per scegliere chi l'accompagnerà nell'elaborazione del Piano direttore comunale.

Nel corso della tavola rotonda, introdotta e moderata dal geografo Claudio Ferrata, questo processo sarà presentato da membri della giuria e rappresentanti del gruppo di lavoro vincitore. Interverranno:

•     Samuele Cavadini, Sindaco di Mendrisio: La visione dell'autorità comunale
•     Paolo Poggiati, OT - Caposezione dello sviluppo territoriale: La visione delle istanze cantonali
•     Julien Descombes (arch. paesaggista) e Alain Robbe (architetto): I fondamenti del progetto di Mendrisio
•     Francesco Della Casa, architetto cantonale, Ginevra: Pianificare i vuoti
•     Remigio Ratti, economista, Prof. rer. pol.: Mendrisio: il capitale territoriale
 

La tavola rotonda si svolge a LaFilanda di Mendrisio, dove è in corso una mostra che presenta i piani e gli allestimenti del Mandato di studio in parallelo.

 

Per leggere il numero di Archi dedicato al mandato di studio in parallelo, cliccare qui. Per la mostra, qui.

ARCHIVIO: Le edizioni dal 2013

Abbonarsi Archivio