Riqualificazione Centro Piacentiniano di Bergamo: pubblicato il bando

Il Comune di Bergamo promuove un concorso europeo di progettazione urbana in due fasi per riqualificare il centro della Città Bassa.

Valeria Crescenzi Redattrice espazium.ch

Comunicato stampa

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando del concorso europeo di progettazione urbana in due fasi che nel prossimo futuro riqualificherà il centro della Città Bassa. Il concorso è promosso dal Comune di Bergamo ed è rivolto a progettisti italiani e internazionali chiamati ad elaborare proposte per l'aggiornamento di alcuni spazi aperti, piazze, aree pubbliche e per un nuovo utilizzo di immobili dismessi o di prossima dismissione.

Gli obiettivi sono molteplici:

  • riaffermare il ruolo del sistema Piacentiniano quale elemento identitario del centro cittadino;
  • valorizzare gli spazi urbani;
  • rilanciare le attività ricettivo-turistiche e commerciali;
  • riutilizzare il patrimonio edilizio esistente;
  • favorire la promozione di iniziative ed eventi socio-culturali;
  • migliorare l'accessibilità dell'area.

La prima fase del concorso è aperta alla partecipazione di architetti, ingegneri e laureati in discipline tecniche attinenti, in forma anonima. Vine richiesta l'ideazione di una proposta per l'intera area sotto forma di concept plan (in due tavole formato A2) accompagnata da una relazione tecnico-illustrativa. La valutazione verrà effettuata considerando cinque elementi: qualità architettonica e urbana degli spazi progettati; rispondenza agli indirizzi delle Linee Guida; sostenibilità tecnica, economica, sociale e di mercato della proposta; costi dell'intervento e costi di manutenzione; rispetto dei vincoli esistenti e delle norme vigenti.

L'accesso alla seconda fase del concorso, riservato alle cinque migliori proposte senza una graduatoria di merito, è subordinato al possesso di adeguate capacità economica e finanziaria e tecnica e professionale. È richiesta la composizione di gruppi multidisciplinari con almeno 5 soggetti tra cui un architetto, un professionista con competenze in progettazione urbana, uno in economia urbana o sociologia, uno in progettazione del paesaggio o arredo urbano e un professionista abilitato da meno di 5 anni. Dal punto di vista progettuale la scala passa da quella urbana a quella rchitettonica e si richiede l'approfondimento della proposta d'insieme e la progettazione di due specifici ambiti: Piazza Dante e Quadriportico e Sentierone lato est, nella parte antistante il Teatro Donizetti e Piazza Cavour. Gli elaborati richiesti sono 11 tavole accompagnate da tre relazioni: tecnico-illustrativa, su impatto ambientale, specifiche prestazionali e funzionali e stima economica.

La giuria sarà composta da 5 membri e il montepremi a disposizione dei cinque gruppi ammessi alla seconda fase ammonta a 90.000 euro così distribuiti: 30.000 euro al vincitore, 15.000 a ciascuni dei quattro finalisti. Al vincitore sarà affidata la progettazione esecutiva del primo intervento previsto su Piazza Dante e sul Quadriportico.

Il bando del concorso e tutti documenti utili possono essere scaricati qui.

Articoli affini

ARCHIVIO: Le edizioni dal 2013

Abbonarsi Archivio