Mostra "I colori e il territorio – Strategie cromatiche in architettura"

I colori creano atmosfere, compongono e danno forma allo spazio, interagendo con l’architettura in molti modi. Determinano la percezione di oggetti e spazi, rafforzano e chiariscono la forma architettonica, la interpretano e commentano scherzosamente, influenzano, quindi, la condizione umana.
Che si tratti di un carnevale di colori o di una monocromia in grigio, i colori e i materiali dell’architettura caratterizzano in gran parte i nostri paesaggi e quelli della città. Ogni città, ogni regione ha le sue peculiarità cromatiche. La mostra I colori e il territorio – Strategie cromatiche in architettura offre una visione pratica del lavoro di un gruppo di ricerca che analizza l’identità cromatica di un cantone e delle sue zone attraverso vari approcci. L’allestimento mostra il potenziale creativo e spaziale del colore, offre un’ulteriore chiave di accesso all’argomento. Si parte dall’analisi di disegni a colori su architetture selezionate del XX e XXI secolo: le variazioni cromatiche diventano quindi un pretesto per porre domande sulla collettività, sui desideri individuali e sulle nostre responsabilità nei confronti dello spazio pubblico. 

La nuova mostra che i2a propone nei suoi spazi nasce dalla collaborazione tra Haus der Farbe e l’Università di Edimburgo. Ospitata ad Edimburgo, Glasgow, Londra, Wuppertal, Trondheim ed Aarau, si tratta di un’esposizione indicativa di una metodologia di lavoro sul colore, sugli spazi pubblici, sugli edifici, sulla natura: su quanto viene percepito dal nostro occhio. Vuole quindi essere un esempio applicato alla realtà. Potere avere una base scientifica per elaborare delle linee guida chiare e condivise aiuterebbe a superare molti problemi che si incontrano nel mondo dell’edilizia in fase di richiesta di permessi, evitando lunghi e fastidiosi ricorsi per la maggior parte degli attori coinvolti.

 

Maggiori informazioni qui

ARCHIVIO: Le edizioni dal 2013

Abbonarsi Archivio