Convergenze tra pubblico e privato nella costruzione del territorio

Come far parlare Stato regolamentatore con proprietari, promotori, investitori immobiliari affinché, nonostante i diversi interessi, si possa arrivare ad un beneficio per i cittadini e il territorio?

Tornano i Dialoghi in Villa Saroli, discussioni rivolte ai cittadini in cui professionisti e rappresentanti delle istituzioni si confrontano su temi legati al futuro del territorio ticinese: in questa occasione metteremo a confronto dinamiche immobiliari e dinamiche di sviluppo territoriale.

Quali attori sono coinvolti nel processo di costruzione? Da una parte c'è lo Stato regolamentatore con i suoi obiettivi di uso parsimonioso del suolo (sviluppo insediativo centripeto) e i suoi strumenti. Dall'altra ci sono i proprietari, i promotori, gli investitori con i loro obiettivi di rendimento (aiutati dalla protezione della proprietà privata e della libertà di commercio) che mostrano tuttavia certi limiti (si veda l’attuale surplus di spazi in affitto).

Al centro di questa serata, moderata dal giornalista Fabio Dozio, la seguente domanda: è possibile far parlare questi due ambiti allo scopo di soddisfare i rispettivi interessi? Con quali canali, processi, strumenti? Gli esempi potrebbero essere molti: attraverso un ruolo meno passivo degli enti locali nella valutazione delle domande di costruzione, attraverso i contratti di diritto pubblico, i processi partecipativi e di messa a confronto di progetti a cui far partecipare anche i promotori e gli investitori, etc. Ipotesi che verranno discusse e vagliate dagli ospiti della serata e sulle quali la platea potrà intervenire.

A dialogare con il pubblico saranno presenti il sindaco di Massagno Giovanni Bruschetti e l'architetto Remo Leuzinger, che presenteranno un caso emblematico dal quale si dipanerà la discussione in termini più generali, con la partecipazione di Laura Bordonzotti, Dipartimento del Territorio del Cantone Ticino, Riccarda Guidotti, architetto, Alberto Montorfani, fiduciario immobiliare.

ARCHIVIO: Le edizioni dal 2013

Abbonarsi Archivio