Apre a giugno la Casa Olimpica di Losanna

S'ispira ai movimenti di un atleta e aspira a dare forma ai valori del Comitato Olimpico Internazionale, guardando a concetti come movimento, trasparenza, flessibilità, sostenibilità e collaborazione. La nuova Casa Olimpica di Losanna, progettata dallo studio di architettura danese 3XN e costruita in consorzio con lo studio svizzero IttenBrechbühl, sarà inaugurata il 23 giugno, in occasione della Giornata Olimpica.

Situata nel parco pubblico Louis-Bourget a Losanna, la Casa riunirà gli oltre 500 dipendenti del Comitato Olimpico Internazionale, attualmente sparsi in quattro sedi della capitale olimpica. «È l’essenza stessa del Movimento Olimpico e dei suoi valori che sono stati alla base del concetto di design», osserva Kim Herforth Nielsen, co-fondatore e direttore di 3XN, che nel 2014 si è aggiudicato l'incarico vincendo un concorso internazionale a più fasi certificato dall’Unione Internazionale degli Architetti. 

L'edificio è concepito per essere sostenibile dal punto di vista costruttivo e operativo, con particolare attenzione all’efficienza energetica e al risparmio idrico, alla riduzione dei rifiuti e all’integrazione nel paesaggio circostante. «Abbiamo avviato una nuovissima e profonda collaborazione con specialisti e produttori di spicco per infondere alla costruzione un approccio olistico alla sostenibilità durante tutto il suo ciclo di vita», commenta Robin Kirschke, partner di IttenBrechbühl.

Articoli affini

ARCHIVIO: Le edizioni dal 2013

Abbonarsi Archivio